Archivio News

Inserisci uno o più criteri di ricerca
  • 17-04-2014 - Pulcino nel "pallone"
    Il pulcino, come l’uovo, è uno dei tanti simboli della Pasqua. Rappresenta la nascita di una nuova vita, e per i cristiani, la Pasqua è soprattutto la festa di una vita nuova. Credo sia giusto quest’anno porgere gli auguri alle atlete, agli allenatori, ai dirigenti, e alle loro famiglie con questa immagine. Un pulcino che esce da un pallone di volley. Qualche atleta sorriderà per questa immagine, legandola al proprio allenatore. Credo però che oltre ai “nomignoli” che in modo affettuoso ci vengono cuciti addosso, sperimentare che si può e si deve “rinascere”, “ricominciare”, “rigenerarsi”, è la vittoria più grande che possiamo ottenere nelle diverse sfide che la vita ci offre. L’augurio quindi è che nell’uovo di pasqua quest’anno ognuno di noi trovi la scintilla per accendere, migliorare, potenziare una parte di noi che abbiamo trascurato, per “dare vita” a una passione che abbiamo soffocato, quel qualcosa in più per ripartire “più vitali” BUONA PASQUA
    Questo è l'ultimo numero del PSB Volley News. Un grazie a quanti hanno mandato foto e commenti, e soprattutto a quanti hanno avuto la pazienza di leggere queste righe.
  • 07-04-2014 - Seconda festa minivolley a San Bortolo
    Secondo appuntamento del minivolley organizzato dal San Bortolo. Ieri abbiamo ospitato la Beng (9 atlete), il Bvs (10 atlete) e il Volpe Fiesso (12 atlete). Noi ci siamo presentati con 23 atlete e abbiamo avuto modo quindi di giocare tante mini-partite. Sono stati organizzati quattro campi, tre per il minivolley e uno per la palla rilanciata. Considerato che le squadre erano tante, avevamo previsto 14 turni di partite, ma il caldo, la stanchezza, e soprattutto il meraviglioso buffet organizzato dai genitori, ci hanno dato la motivazione a chiudere le “ostilità” dopo i primi dieci turni di incontri. Un complimento a Paola che aveva preparato per tempo i turni di gioco.
  • 07-04-2014 - Quello che non ti aspetti
    Giovedì sera, alle 22.00, era prevista riunione tra gli allenatori. Arrivo in palestra con un po’ di anticipo per vedere la fine dell’allenamento della seconda, e mi aspetto il solito clima silenzioso e con le ragazze che non vedono l’ora di andare a casa. Mentre mi avvicino, sento ridere, sento chiamare, sento applausi. Penso che sia successo qualcosa di importante perché sia cambiato così radicalmente il clima in questa squadra. Quando entro capisco cosa è successo. Orlando, visti i messaggi di varie atlete che non sarebbero state presenti, invece di annullare l’allenamento, ha chiamato Maddalena e Chiara dalla prima e ha chiamato i genitori delle under che il giovedì sera si trovano alla Casalini. Ne è uscito un mix divertente e impegnativo. In ogni allenamento si dovrebbe sperimentare la fatica “fisica” e la gioia “mentale”. Se l’allenamento diventa soprattutto fatica mentale, e cerchiamo di imputarne le ragioni alla società, all’allenatore, alle compagne, stiamo sbagliando qualcosa. Bravo Orlando a organizzare l’allenamento così. Chi ha partecipato ha (ri)scoperto le motivazioni per cui si è disponibili a fare fatica fisica con lo sport.
  • 07-04-2014 - Risultati in breve - La seconda è salva, la terza va ai play-off silver
    Venerdì le ragazze di Orlando non hanno giocato, ma hanno festeggiato, con una giornata di anticipo, la certezza di aver acquisto il diritto di giocare, anche nel prossimo anno, in seconda divisione. E’ stato un anno particolarmente difficile, si chiede di onorare con il massimo impegno l’ultima giornata. A fine partita si raccoglieranno le divise. Venerdì la prima divisione, in trasferta a Bagnolo, perde 3 a 0 combattendo in tutti i set. I parziali 25-21, 25-23, 26-24 stanno a testimoniare che questo gruppo può giocare alla pari con chiunque. Anche questo gruppo venerdì termina il campionato, in casa, con il Fruvit. Chiediamo alle ragazze delle squadre più giovani di essere presenti. Sabato la terza divisione termina la fase a gironi del campionato. Le prime quattro dei due gironi parteciperanno ai play off GOLD (per determinare le promozioni in seconda), le ”seconde quattro” parteciperanno ai play off SILVER, le squadre rimanenti giocheranno per la classifica dal 17° posto in poi. A noi serviva una vittoria nel derby e una contemporanea sconfitta del Cavarzere per accedere ai play off GOLD. Saputo che il Cavarzere aveva vinto per tre a zero, la nostra partita con il Commenda non aveva molta storia, in quanto saremmo stati quinti con qualsiasi risultato. Abbiamo vinto tre a due, ma rimane il rammarico dei punti persi per strada con squadre meno strutturate della nostra. Accedono ai play off GOLD squadre che abbiamo tranquillamente battuto.
  • 31-03-2014 - Under 16 - Finale timorosa
    Alle 16.30 di domenica pomeriggio, sul campo neutro di Porto Viro, si è svolta la “final four” provinciale under 16. Ai nastri di partenza del campionato si erano iscritte 16 squadre, e le nostre ragazze si sono aggiudicate il diritto di partecipare alla finale per il 3° e 4° posto in un derby “tutto cittadino” con il Gs Commenda. Ci presentiamo con 13 atlete per la foto pre partita (massimo possibile, ma nella foto ci dovevano” essere anche Erika Zanella e Francesca Di Vittorio). In campo, però, “potevano” entrarne solo 8 (libero compreso) in condizioni fisiche accettabili. E’ così è stato. La gara inizia con un Commenda determinato a portare a casa la vittoria e noi molto timorosi nel colpire, in modo efficace, palloni sopra il nastro della rete. Così facendo per le avversarie è stato molto più facile del previsto aggiudicarsi il terzo posto in campionato. Per la cronaca la finale 1° e 2° posto è stata vinta dall’Ariano che bissa il successo di quest’anno ottenuto in under 14, segno che un buon lavoro di programmazione paga sempre. La nostra soddisfazione rimane, sia perché 12 delle 13 ragazze della foto sono in età under 16 anche il prossimo anno, sia perché il gruppo E’ CRESCIUTO moltissimo rispetto all’anno scorso. Grazie a quanti hanno permesso quest’annata.
  • 31-03-2014 - Avversarie-amiche
    Nello sport si definisce “gemellaggio” l’accordo tra società o tifoserie che dichiara in modo esplicito interessi comuni. Talvolta tale accordo, perché sia portato a conoscenza a tutti, viene firmato in un momento pubblico, o durante una cerimonia ufficiale. Nella pallavolo giovanile provinciale non esistono, a mia conoscenza, gemellaggi riconosciuti, esiste però da anni, una simpatia reciproca tra le atlete delle varie squadre. Non tra tutte le atlete e non fra tutte le squadre, ma capita spesso di vedere, prima di una gara, o alla fine di una partita, atlete che indossano maglie diverse abbracciarsi o darsi appuntamento per il giorno dopo a scuola, o per un uscita serale insieme. Lo striscione visto domenica (Avversarie in campo ma amiche fuori Forza San Bortolo) documenta la simpatia reciproca tra le atlete under 16 del Badia e le pari età del San Bortolo. E’ la seconda volta che capita, in pochi anni, che tra le under 16 delle due società ci sia uno scambio di tifo e di striscioni (vedi psbnews 28/02/2011). Molte atlete di quelle squadre, oggi, giocano in prima e in serie D. L’augurio è che anche queste AMICHE abbiano la determinazione per consolidare le capacità sportive e le relazioni che creano.
  • 31-03-2014 - Risultati in breve
    Venerdì la seconda divisione perde, in trasferta, per 3 a 0, contro lo Scardovari. Nelle prime 9 gare del girone di andata la nostra squadra aveva conquistato 19 punti ed era seconda in classifica. Nelle prime 9 gare del girone di ritorno la stessa squadra ha conquistato solo 6 punti ed ora è in pieno rischio retrocessione. E’ sicuramente una squadra che ha buone possibilità, ma che non sempre la ha ben espresse. Da ripensare. Venerdì la prima divisione vince per 3 a 0 il derby con la Beng. Partita facile e veloce, le avversarie sono già “retrocesse” da diverse giornate. L’unico rischio era rilassarsi troppo, e qualche volta è pure successo, ma ci siamo ripresi subito. Buona partita. Sabato la terza divisione, in formazione ampiamente ridimensionata a causa di infortuni e gite scolastiche, perde al tie break a Papozze una maratona di volley di due ore e 20 minuti. La squadra scivola al quinto posto in classifica e sarà difficilissimo entrare nei play off Gold. Proviamoci fino in fondo. Rimane comunque una buona stagione. Domenica l’under 13, perde 2 a 1 contro il Castelmassa versione “MASCHILE”. Le nostre sei atlete hanno vinto il primo set, ma poi hanno dovuto cedere alla “fisicità” di 5 ragazzi (solo una ragazza in campo). Il secondo set si è chiuso 25 a 27, ma sul 25 a 24 per noi, dovevamo chiudere meglio. Siamo stati superiori come tecnica, ma non è stato sufficiente. Rispettiamo le regole del torneo, ma la Fipav dovrà ripensarle in futuro.
  • 24-03-2014 - Il torpore della primavera ci rilassa troppo
    Venerdì la prima divisione vince in casa, 3 a 1, con l’Occhiobello. Dopo aver perso il primo set, dove si doveva gestire forse meglio il finale, le nostre atlete hanno, con grande volontà, portato a casa il risultato pieno. Vi vogliamo sempre così. Venerdì la seconda divisione ha perso 3 a 1 in trasferta ad Adria. Vinto il primo set, sia nel secondo che nel terzo siamo partiti in vantaggio, ma non è bastato. La squadra può fare sicuramente meglio, ha bisogno di “ritrovare” un punto comune da cui ripartire. Mancano due gare alla fine del campionato di cui una è uno scontro diretto. Occorrono punti. Sabato la terza divisione perde per tre a 0 in casa con la capolista Ariano. Abbiamo attaccato veramente poco (merito delle avversarie, o poca concentrazione nostra?) e la partita è finita in velocità. Scendiamo dal terzo al quarto posto in classifica che ci permette ancora l’accesso ai play off, ma sabato ci aspetta uno scontro diretto e abbiamo diverse atlete in gita scolastica. Ognuna deve fare qualcosa di più del solito. Domenica l’under 16 perde a Badia la semifinale di ritorno. Serviva un’impresa dopo il 3 a 0 subito all’andata. Ci consoliamo con l’accesso alla finale terzo quarto posto. Questa partita, in campo neutro, dovrà essere, per tanti motivi, la nostra migliore partita della stagione. Da segnalare il tuffo, verso i tifosi, alla fine della partita, fatto insieme dalle due squadre. Complimenti ai due allenatori. Domenica l’under 13, vince 3 a 0 a Bergantino ed inizia bene il memorial “Luce”. In questo torneo è possibile incontrare anche squadre “miste”, con ragazzi n campo. Brave a non farsi intimorire. Domenica l’under 12, perde per 3 a 0, in casa il derby dei santi con il San Pio X. Siamo ancora troppo timorosi. Coraggio.
  • 24-03-2014 - Le ultra s...ostenitrici della sportività
    Sabato sera, partita di terza divisione, ospitiamo l’Ariano, squadra prima in classifica del girone. Le avversarie sanno che se vincono, sono matematicamente prime e avranno un cammino dei play off più agevole, quindi giocano al massimo delle loro possibilità. Noi subiamo questa loro determinazione. In tribuna un tifoso avversario si fa sentire, in modo evidente, e sottolinea con forti urla la capacità della propria squadra di attaccare “palla alta”, e contemporaneamente la difficoltà della nostra squadra nello stesso fondamentale. E’ uno solo, ma si fa sentire. Il tifo dovrebbe essere “la colonna sonora” della partita, e nella pallavolo spesso è così e ci piace che resti così. Purtroppo a questo sostenitore, rinvigorito dal fatto che la propria squadra sta dimostrando di meritare la vittoria, preso dalla foga, scappa una nota stonata. Capita anche ai professionisti di steccare, figuriamoci ad un “amatore”. Subito Bruna, a cui si aggiunge un attimo dopo Morena, si “complimentano” per questa stonatura. Tutto finisce in un attimo, si abbassano i toni e torniamo a guardare la partita. Lo sport serve, tra le altre cose, per ridurre le tensioni, non per aumentarle. Ricordiamocelo sempre.
  • 24-03-2014 - Le trasferte
    L’under 13, domenica scorsa era a Ceneselli, mentre ieri era a Bergantino. L’under 16 ieri era a Badia e domenica prossima sarà a Porto Viro. La seconda venerdì era ad Adria e giovedì prossimo sarà a Porto Tolle. La terza sabato prossimo giocherà a Papozze. Diciamo che, come società, la nostra provincia la giriamo in lungo e in largo. Le trasferte in una società di quartiere sono a carico dei genitori. La nostra società dispone di un pulmino, ma per quanto utilissimo, è ben poca cosa rispetto al numero di squadre che si muovono. Il punto di ritrovo/partenza, per le squadre di pallavolo, è, spesso, sotto il campanile. E’ lì che le atlete, gli allenatori, i dirigenti (pochi), i genitori (a volte pochi a volte tanti), si danno appuntamento. Ci sono genitori che possono sempre mettere la propria auto a disposizione, altri che possono farlo solo qualche volta. A tutti un doveroso grazie per la disponibilità. Senza questa partecipazione sarebbe veramente impossibile partecipare a così tanti campionati. Aiutare gli altri, sempre, aiuta se stessi.
Pagine totali: 28 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 ]