Archivio News

Inserisci uno o più criteri di ricerca
  • 03-02-2014 - L'atleta della settimana: Sara Caniato, 25 anni
    Probabilmente l’atleta, in attività, con più anni di Polisportiva San Bortolo sulle spalle “Ragazze stasera è la prima di ritorno, una partita importante per la classifica, ma soprattutto per dimostrare a chi non ci crede, che noi, nonostante tutte le difficoltà abbiamo voglia di giocare e di arrivare su tutti i palloni, che molte volte ci sembrano impossibili ... Ognuno di noi è un pezzo fondamentale e, se ci crediamo noi per prime, possiamo farcela ... Quindi stasera venire, oltre che con scarpe e ginocchiere, anche con la VOGLIA ...” Questo scriveva venerdì sera il nostro capitano e palleggiatore della prima divisione. Lo scriveva, alle compagne, dopo aver finito di seguire l’allenamento del minivolley e prima della partita della sua squadra. Partita in cui poi, tutte hanno dato il massimo delle proprie possibilità fisiche e mentali. Non si è risparmiato neppure domenica mattina, venendo in palestra a tifare per le ragazze dell’under 13. Le stesse ragazze che spesso sono in tribuna a tifare per lei. Cosa dire, dovremmo clonarla! Soprattutto perché riesce a portare allegria e serenità anche nei momenti in cui qualcosa non gira nel verso giusto. Abbraccio!
  • 27-01-2014 - Pochi punti, qualche frase... entrambi pesanti
    Venerdì la prima divisione perde in trasferta a Stienta, contro il Fruvit, per 3 a 1, ma soprattutto perde un altro “pezzo” di squadra. Irene, vittima di un’invasione di piede di un avversaria, ha riportato una forte slogatura alla caviglia. Restiamo quarti in classifica, ma con mezza squadra in infermeria. Occorrono atlete. Venerdì la seconda divisione ha chiuso il girone di andata con una sconfitta casalinga per 0-3 contro il Futurvolley Trecenta. Anche in questa classifica siamo quarti (e le prime due classificate acquisiscono i diritti per giocare in prima il prossimo anno). Adesso secondo è proprio il futurvolley che si è dimostrato superiore nella capacità di coprire gli spazi del campo in difesa, ma che ha palesato alcune difficoltà nell’organizzare il gioco di attacco pur disponendo di atlete capaci di colpi importanti. Mettere in difficoltà la loro ricezione può servire al ritorno per fare la differenza nell’ultima partita di campionato. Non dobbiamo mollare. Sabato la terza divisione vince il derby in trasferta con il Commenda (privo di qualche elemento che ha preferito essere da altre parti). E’ una vittoria importante sia per la classifica, sia per la dimostrazione di maturità di gruppo. Coach Matteo ha diversificato i sestetti iniziali per tenere tutte le ragazze in tensione partita. Chi si è seduto in panchina, ha capito e accettato le rotazioni stabilite. Bene così. Domenica l’under 16 perde il derby con la Beng. Giocato punto a punto, il primo set, fino al 22-21 per loro. Giocato punto a punto, il secondo set, fino al 22 a 19 per noi. Giocato punto a punto, il terzo set, fino al 12-11 per loro … poi un black out fino a 20-11. Fatto un cambio, un po’ contestato, abbiamo ripreso a giocare punto a punto, ma ormai era tardi. I parziali sono stati 25/21 - 25/22 - 25/15. Domenica l’under 13, in riposo, si è resa disponibile per il servizio alla partita di A2 della Beng (trasmessa anche in TV).
  • 27-01-2014 - Stretching mentale
    Lo stretching (che significa allungamento, stiramento) è usato nello sport per migliorare lo stato muscolare dell’atleta. Gli esercizi di stretching, in generale, riducono la tensione muscolare, ed è per questo che molti allenatori, pretendono dalle proprie atlete, che finito un allenamento o una partita facciano questi esercizi. L’under 16 usa questa attività regolarmente. Anche domenica, dopo la partita, Daniele ha chiamato le proprie atlete a compiere questi esercizi. Finito ciò, le atlete possono andare in spogliatoio a cambiarsi. Dopo lo stretching fisico lo stretching “mentale”. D’altra parte, alla fine di una gara, intensa agonisticamente, non solo i muscoli, ma anche la mente è carica di tensioni emotive. Ognuno le vive in modo diverso e le scioglie con tempi diversi. Qualcuno prima, in pochi minuti, qualcun altro ci mette molto più tempo. L’obiettivo, perlomeno dopo una partita, un gioco, sarebbe comunque sempre quello di andare a casa dopo aver sciolto tutti e due i tipi di tensioni.
  • 27-01-2014 - Affidiamoci al santo
    Le atlete di prima divisione non in condizione di scendere in campo al 100% sono: Serena, Sara, Maddalena, Federica, e, da venerdì, anche Irene. Se a queste cinque, aggiungiamo, chiaramente con motivazioni opposte, anche Giulia, ci accorgiamo che abbiamo una squadra completa “ferma ai box”! Sabato mattina mentre, al telefono, mi informavo delle condizioni di Irene, in battuta, le ho detto: “la nostra società, invece di organizzare la gita sulla neve, dovrebbe organizzare una gita a Lourdes!”. Chiusa la telefonata, ripensavo che “affidarsi ai santi”, “affidarsi al cielo”, “affidarsi a qualcuno” può sembrare debolezza, ma alla fin fine è dimostrazione di grande forza e sicurezza. Quando ti affidi, ti fidi! Fidiamoci che a San Bortolo, quando una squadra è in difficoltà, le altre squadre le si stringono vicino. Prendiamoci l’impegno che, per un periodo, fino al rientro di qualche atleta, chi può, faccia un allenamento e/o una partita in più! Sarà il nostro modo di … affidarci al santo.
  • 20-01-2014 - Che spettacoli! Grazie ragazze!
    Venerdì la prima divisione mette in grandissima difficoltà la capolista Bagnolo Po, che a tutt’oggi non ha mai perso. Le nostre ragazze, accettano sin dal primo punto di giocare palla veloce e potente alla pari delle quotate avversarie e ne esce una partita bellissima. Vinciamo il primo set alla grande, perdiamo il secondo più per i troppi errori sul nostro servizio (nemmeno troppo rischiato) che per superiorità delle avversarie , vinciamo il terzo set, il più difficile di tutta la partita perché il risultato è sempre stato in discussione, cediamo il quarto set in maniera netta, e purtroppo, perdiamo il tie break a causa di una partenza disastrosa, anche se poi rifiliamo un parziale di 12 a 7. Il pubblico alla fine ha applaudito lungamente tutte le atlete in campo per lo spettacolo visto. Ultima sottolineatura: la squadra avversaria, in cinque set, ha effettuato oltre 20 cambi. Noi abbiamo bisogno di qualche cambio in più, forse, qualche ragazza del settore giovanile, dovrebbe iniziare a farsi “viva”. Sabato la terza divisione mantiene l’impegno, con chi scrive questo giornalino, e supera il Papozze. Il commento, scritto da Matteo, nell'articolo dedicato. Domenica l’under 16 vince 3 a 2 a Lendinara, mettendo un primo piede nel tabellone della fase finale del campionato. Abbiamo un mese e mezzo di lavoro per essere pronti al meglio delle nostre possibilità. Aumentiamo l’intensità! Domenica l’under 13 vince a Fiesso per 3 a 0 facendo diversi regali al proprio allenatore. Quello più gradito, aldilà della vittoria, del buon gioco, del pallone, della maglia, e della torta, è la possibilità di restare a 3 punti dalla capolista Adria. Il campionato è lungo, ed è ancora aperto.
  • 20-01-2014 - La terza divisione cresce, cresce anche l'obiettivo
    Considerato i progressi fatti, chiediamo a questo gruppo di impegnarsi, per arrivare tra le prime 4 del girone e poter disputare i play off GOLD. Mettiamoci tutti di impegno per raggiungere questo nuovo obiettivo … ora possibile! Oggi 3 a 2, ma che sofferenza! La squadra parte bene, commette qualche errore in ricezione, ma mantiene sempre un buon margine di vantaggio e proprio quando sembra andare tutto per il verso giusto, le avversarie ci raggiungono, ci superano e vincono! Cosi possono essere riassunti i primi 2 set! Dopo 45 minuti di bel gioco, la squadra si trova sul 0 a 2 (21-25, 20-25) in favore del Papozze, che fino a inizio gara era la terza forza del campionato. Nonostante il parziale la squadra rimane unita, non si arrende e ci crede, ed inizia il "dominio" del San Bortolo. Nei successivi tre parziali restiamo sempre in vantaggio. L'assenza di errori in battuta e schiacciate convincenti hanno permesso di vincere il terzo e quarto set entrambi a 25-15. Al tie-break la situazione non cambia, la squadra continua a giocare bene e vince 15 a 12. Da sottolineare la prestazione di Anna Marchetto, nessun errore in battuta e sempre sicura in difesa.

    Matteo
  • 20-01-2014 - Il grande match
    In questi giorni , nelle sale cinematografiche, è in programmazione questo film. E’ un film commerciale divertente, che non rimarrà negli annali della recitazione, ma che mi ha fatto fare, oltre alle risate per due ore, anche alcune riflessioni che condivido con voi. Nel film, i due protagonisti, avanti negli anni, decidono, con motivazioni diverse, di rimettersi in gioco, di rischiare ancora in prima persona e, pur avendo il corpo già segnato da molte ferite e cicatrici, danno il meglio che possono e pretendono il meglio dal rispettivo avversario. Il match non è grande perché è il miglior spettacolo in assoluto, ma è grande perché è la migliore prestazione che i due atleti posso esprimere. Cito testuale un messaggio letto dopo la partita di venerdì sera di prima divisione (sperando nel perdono) “Che ci serva da lezione ragazze, e che ci faccia riflettere. Con tutti gli acciacchi, gli errori e gli imprevisti del caso, siamo comunque riuscite ad ottenere una buonissima prestazione, con la prima in classifica. E allora perché non credere e non provare a fare la differenza?! Questa sera siamo state SQUADRA: colmare l’errore della compagna e ripartire”. Non c’è corso di autostima che possa far meglio. E’ stato un GRANDE MATCH e siamo fortunati perché abbiamo grandi atlete.
  • 13-01-2014 - Cena di Natale: meglio degli anni passati
    E’ sempre difficile organizzare una cena per oltre 200 persone. Quest’anno alla Polisportiva è riuscita meglio degli anni passati. Tutti hanno mangiato più o meno contemporaneamente, e anche se il ristorante di quest’anno, non permetteva l’organizzazione di una tavola per squadra, con po’ di fantasia ogni gruppo si è ritagliato il proprio spazio. E’ stato il momento anche dello scambio dei regalini (chi scrive ringrazia ancora per la sorpresa), ma è stato soprattutto la prima uscita ufficiale di Luca, dopo l’imprevisto, con la società. Bene ha fatto il presidente a ricordare che il lavoro, talvolta oscuro, dei volontari spesso si nota solo quando tale servizio viene a mancare. GRAZIE STAFF!
  • 13-01-2014 - Anno nuovo ... buoni proponimenti per l’attività
    Venerdì la prima divisione vince facile in casa della Beng, ultima in classifica a zero set vinti dopo 6 partite. Proponimento: considerato che la quota salvezza è praticamente già raggiunta, provare soluzioni di gioco più complicate, ma anche più spettacolari.
    Venerdì la seconda divisione vince per 3 a 0, in casa, contro lo Scardovari. Si conferma seconda in classifica e punta alla promozione alla categoria superiore: Proponimento (per la società): costruire una possibilità di far giocare due prime divisioni il prossimo anno a San Bortolo.
    Sabato la terza, in formazione incompleta, perde 3 a 1 in casa della capolista (a pari merito) Ariano. Ottima prestazione nei primi due set, ci siamo smarriti nel terzo parziale per poi riprenderci nel quarto. La squadra si è divertita e ha divertito. Segnali incoraggianti per le prossime gare. Proponimento: Velocizzare il gioco e attaccare in modo più “pesante”.
    Domenica l’under 13 vince 3 a 0, la partita con il Villadose. Anna Fuso cerca di eguagliare e superare il record della sorella Carolina, ma si ferma a “solo” 13 battute consecutive corrette. Proponimento: Gestire nel modo migliore possibile le dinamiche di squadra nella fase dei play off / selezione provinciale.
    Domenica l’under 16 perde 3 a 0 il derby con il Commenda. Cartellino giallo all’allenatore in seconda, gioco spesso rallentato per attendere le decisioni arbitrali. Proponimento: Trovare continuità di concentrazione, e migliorare i fondamentali battuta, distribuzione gioco.
    Domenica, l’under 12, a Villadose, chiude la fase CSI con una sconfitta per 2 a 1. Proponimento: migliorare i movimenti in campo e iniziare a attaccare palla alta.
    Proponimento per il minivolley (per la società): trovare spazi per ogni gruppo.
  • 13-01-2014 - The beachers
    Sei gennaio 2014, prima tappa del primo torneo ufficiale federale di beach volley giovanile in provincia di Rovigo. Quattro coppie della Polisportiva San Bortolo. Una nella categoria under 18 (Bedendo - Zanella). Tre nella categoria under 16 (Del Regno - Pavanello; Bellinato – Marra; Marzolla – Osti). Alle 09.30 del giorno della befana, in centro città, tutto ti puoi immaginare, eccetto che inizi l’attività che idealmente collochi in spiaggia e sotto un bel sole caldo. Invece la Fipav ha organizzato tutto ben benino, e superata la porta del “pallone pressurizzato” ci si è immersi nello spirito del beach volley. Tuffi, schiacciate, fatica, sudore, risate, delusioni, abbracci, ecc. e si è passata una mattinata giocando, giocando, giocando, nel sano spirito di questo sport. Ci attendono altre tre tappe per proclamare la coppia campione provinciale, e le iscrizioni sono aperte ad altre coppie che vogliano cimentarsi in questo sport, tanto simile, ma tanto diverso dal volley indoor. Prossimi appuntamenti 02/03, 25/04 (don Bosco) e 07/06 (Barricata beach).
Pagine totali: 28 [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 ]